Letta: “L’Europa faro sui diritti civili”

di

Rispondendo alle dichiarazioni di voto in Senato, il neo premier ha risposto a chi chiedeva impegni sui diritti civili e sulle coppie gay facendo riferimento all'Unione Europea.

3447 0
Emma Bonino (in piedi a sinistra) e Josefa Idem (seduta al centro)

Emma Bonino (in piedi a sinistra) e Josefa Idem (seduta al centro)

E’ l’Europa il faro che deve guidare il governo su diritti civili, diritti delle coppie, leggi contro l’omofobia e i diritti di terza generazione. Così si è espresso il neo presidente del Consiglio Enrico Letta nella replica pronunciata questa mattina al Senato prima del secondo voto di fiducia al suo governo appena nato (il primo lo aveva già incassato ieri alla Camera).
La richiesta di esprimersi su questi argomenti, tralasciati dal Premier nel discorso con cui ha chiesto ai parlamentari di far partire il nuovo esecutivo, è arrivata dal vicecapogruppo del PD a Palazzo Nadama Claudio Martini.
E non potrebbe essere impossibile l’approvazione di una legge contro l’omofobia e di una che riconosca le unioni gay dato che questi temi godono di una maggioranza trasversale in Parlamento che supera i confini delle forze alleatesi per governare il paese.

Sinistra Ecologia e Libertà, il MoVimento 5 Stelle, il Pd e alcuni rappresentanti di Scelta Civica, infatti, sono favorevoli a queste norme e molti sono i disegni di legge già presentanti in merito.
Non va trascurato, poi, il fatto che per la prima volta due ministre della squadra di governo sono esplicitamente favorevoli al matrimonio tra persone dello stesso sesso. Si tratta, per la precisione, di Emma Bonino, responsabile del dicastero degli Affari Esteri, e di Josefa Idem che ha la delega allo Sport e alle Pari Opportunità.
“Su questo tema come su altri, a partire dalle leggi sulla corruzione e sul falso in bilancio – ha dichiarato Sergio Lo Giudice, senatore Pd e presidente onorario di Arcigay -, spetterà al Parlamento svolgere la sua funzione legislativa al di là degli equilibri di governo. Numerose proposte di legge sono già state depositate: i lavori delle commissioni consiliari, il cui avvio è previsto per la prossima settimana, dovranno occuparsi anche di questo”.

Leggi   I Vigili del Fuoco: "Chiediamo al corpo di partecipare ufficialmente al Roma Pride"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...