Livorno approva le famiglie anagrafiche

di

Il consiglio comunale della città toscana ha approvato una mozione del Partito Democratico che istituisce il certificato anagrafico di convivenza. "dignità al rapporto delle coppie conviventi".

812 0

Il Consiglio comunale di Livorno ha approvato una mozione "relativa all’istituzione del certificato anagrafico di famiglia". Lo rende noto Arcigay, che ha collaborato attivamente insieme ad Arianna Terreni, la consigliera del Partito Democratico che ha presentato il testo in aula consiliare.

Calogero Cavataio, di Arcigay "Il faro" di Livorno, spiega che «quella di oggi è una conquista nella battaglia per i diritti civili e i diritti umani di prima generazione, quelli che storicamente si sono affermati per primi e che sanciscono le libertà individuali. Il certificato anagrafico di convivenza non è un matrimonio di serie b ma qualcosa di diverso. Non toglie diritti a chi già li ha ma li conferisce a chi oggi è penalizzato dal deficit legislativo presente all’interno del nostro ordinamento giuridico. Non solo ha valore simbolico e politico ma soprattutto conferisce valore e dignità al rapporto delle persone che attraverso le difficoltà che la società pone, scelgono di convivere».

In questo modo la città toscana offrirà la possibilità a tutte le coppie conviventi, senza discriminante di sesso, di poter essere riconosciute dalle istituzioni locali come famiglia anagrafica. Soddisfazione viene espressa da Arcigay, che ringrazia «il Consiglio Comunale e tutti gli attori di questo importante atto politico».

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...