Lombardia: in consiglio una legge per il PaCS

di

Lo scorso 28 gennaio è stato presentato dal gruppo SDI al Consiglio regionale della Lombardia, una proposta di legge al Parlamento sulla disciplina delle Unioni di fatto.

MILANO – Lo scorso 28 gennaio è stato presentato al Consiglio regionale della Lombardia, una proposta di legge al Parlamento sulla disciplina delle Unioni di fatto, illustrata da Roberto Biscardini Capogruppo SDI: “Anche nel nostro Paese, così come è già accaduto in tutti gli altri Paesi europei, l’esigenza di una legge sulle Unioni di fatto risponde ormai ad una domanda molto sentita”, ha detto Biscardini.
Il progetto di legge, presentato dallo SDI in Regione Lombardia, è il primo progetto di iniziativa regionale per sollecitare il Parlamento a legiferare su questa materia in modo molto pragmatico evitando inutili scontri ideologici.
Nel progetto si propone che, sul modello del Pacs francese, le Unioni di fatto tra due persone maggiorenni siano disciplinate da un accordo sottoscritto dagli interessati nel quale liberamente potranno indicare come intendono organizzare la propria vita, nonchè gli eventuali impegni di natura patrimoniale validi per la durata dell’Unione ed eventualmente anche per il periodo successivo in caso di scioglimento dell’Unione.
“L’Unione di fatto – afferma ancora Biscardini – non deve modificare l’attuale disciplina sul matrimonio, né questa legge intende equiparare i componenti di una Unione ai coniugi. Solo per alcuni casi, per tutelare ed estendere la sfera dei diritti e per affrontare problemi molto concreti è prevista l’equiparazione ai coniugi. In particolare i componenti delle Unioni di fatto sono equiparati ai coniugi nei casi riguardanti la successione, i diritti di abitazione, i diritti-doveri di assistenza reciproca, i diritti in materia di lavoro e previdenza sociale.”

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...