Londra: inaugurato registro unioni civili

di

Un appassionato bacio lesbico, dedicato a quanti nel mondo non possono osare darlo, ha salutato le prime iscrizioni nel registro delle unioni civili londinese.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Il primo registro per le unioni civili della Gran Bretagna è stato inaugurato mercoledì 5 settembre con un bacio provocatorio: la commediografa Linda Wilkinson, 49 anni, e la consulente informatica Carol Budd, 48 anni, di Bethal Green, East London, in coppia da 16 anni, hanno detto che firmare il registro delle unioni civili di Londra è stato un atto politico. Tenendosi per mano davanti a 25 invitati, primo fra tutti il sindaco di Londra Ken Livingstone, e con una folla di giornalisti presenti alla cerimonia civile, si sono divertite a dichiarare pubblicamente il loro amore.

In realtà, la cerimonia è stato un passo importante verso l’eguaglianza davanti alla legge per le coppie lesbiche e gay inglesi, anche se il registro non conferirà loro i diritti legali del matrimonio.

«Amore, fiducia e impegno, queste sono le ragioni che abbiamo scelto per firmare il registro delle unioni civili – hanno detto dopo una cerimonia durata cinque minuti e costata 85 sterline – Questo non è ancora un matrimonio. E noi non lo facciamo per scimmiottare il matrimonio eterosessuale. Lo facciamo perché che sia un altro piccolo passo avanti per cancellare il pregiudizio che ci nega i fondamentali diritti come esseri umani e ci rende cittadini di seconda classe nel nostro paese».

«Tutte le persone hanno il diritto di eguaglianza davanti alla legge. L’impegno che abbiamo preso 16 anni fa è diventato sempre più forte anno dopo anno».

«Possiamo ancora, in varie parti del mondo, essere criminalizzate per un bacio. Questo bacio è per l’uguaglianza e la libertà. Questo bacio è per tutti coloro nel mondo che non possono nemmeno sperare di osare darlo». Hanno detto prima di darsi un lungo appassionato bacio, applaudite da tutti i presenti nel centro dei visitatori della sede della massima autorità londinese.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...