“Scusati di essere gay”, due minori arrestati per un’aggressione omofoba in metropolitana

di

L'episodio è avvenuto su un convoglio della metropolitana a Londra.

gay
8129 0

Un ragazzo gay è stato aggredito da due minorenni sulla metropolitana della capitale inglese: entrambi sono stati arrestati.

Nuovo caso di omofobia a Londra, dove un 19enne gay si stava recando in metropolitana ad una festa con alcuni amici. Dopo essere saliti sul convoglio, due minori, entrambi di sedici anni, hanno iniziato a inveire con insulti omofobi all’indirizzo del ragazzo.

La colpa della vittima? Indossare dei vestiti troppo esuberanti. Uno dei due aggressori ha iniziato a soffocare il giovane omosessuale, serrandogli il braccio attorno al collo. Il secondo aggressore ha sottratto alla vittima il telefono e ha continuato ad insultarlo e a minacciare di accoltellarlo.

Secondo quanto riferito da un portavoce della polizia metropolitana londinese, i due “Hanno intimato alla vittima di scusarsi per la propria omosessualità, benché questa non potesse respirare perché ancora nella morsa di uno dei due violenti”.

Gli aggressori hanno poi restituito il telefono e liberato il ragazzo, non prima di avere un alterco con gli amici della vittima e spingere a terra una delle ragazze del gruppo. I due minori sono stati arrestati dalle forze dell’ordine e rimangono in custodia con l’accusa di aggressione.

Leggi   Cecenia, gay fuggito si scusa in tv: "Sono una disgrazia"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...