Londra: presentata la legge sulle coppie gay

di

E' stato presentato oggi il Progetto di Legge britannico sulle unioni gay, considerato da alcuni controverso e salutato dalle organizzazioni gay come tardivo ma benvenuto.

LONDRA – E’ stato presentato oggi il Progetto di Legge britannico sulle unioni gay, considerato da alcuni controverso e salutato dalle organizzazioni gay come tardivo ma benvenuto. Alle coppie omosessuali saranno dati gli stessi diritti legali di marito e moglie: per qualificarsi come coppia registrata, i due dovranno impegnarsi reciprocamente in una cerimonia civile.
La proposta del Governo di Tony Blair è basata su schemi già operanti in altri paesi europei, come Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Olanda, Portogallo, Spagna e Svezia.
Tra i diritti ottenuti dai partner, il diritto di assistenza in ospedale, responsabilità genitoriali verso i figli del partner, riconoscimento a scopo d’immigrazione e benefici pensionistici congiunti. I due saranno inoltre obbligati a sostenersi vicendevolmente finanziariamente, e possono richiedere risarcimento in seguito a incidenti fatali o assalti criminali.
Le coppie gay saranno riconosciute anche secondo le regole dell’eredità, e avranno il diritto di registrare la morte del partner e continuare l’affitto o la proprietà, mentre saranno esonerati dal pagamento della tassa di successione per la casa del partner.
Saranno anche esentati dall’obbligo di testimoniare contro il partner in caso di processo.

Leggi   "Il chemsex fa parte della cultura gay": è polemica
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...