Loredana Lecciso: “Un figlio gay? Lo amerei di più”

di

L'ex compagna di Al Bano, in un'intervista rilasciata a 'Chi', spiega che, se avesse un figlio gay, andrebbe anche al Pride insieme a lui. Ma difende Al Bano:...

1208 0

Dopo le polemiche scatenate dalle dichiarazioni di Al Bano riguardo all’omosessualità definita "imperfezione" e dalla quale, secondo il cantante pugliese, "tentare di guarire è giusto", Loredana Lecciso ha espresso la sua opinione. "Da madre non farei i salti di gioia ad avere un figlio omosessuale – ha dichiarato l’ex compagna e madre di alcuni dei figli del cantante in un’intervista rilasciata a ‘Chi’, in edicola domani – però lo amerei di più". Ma è mai possibile, viene da chiedersi, che nessuno riesca a parlare di omosessualità come di una condizione del tutto naturale?

Secondo la Lecciso le parole di Al Bano sulla canzone di Povia sono state fraintese. "Sarebbe un cumulo di banalità – ha commentato -. Ho fatto tante serate in discoteche gay e sono stata benissimo. Andrei anche al Gay Pride". Pecato che non solo Al Bano quelle cose le abbia dette molto chiaramente, ma le abbia ancheribadite nei giorni successivi alle indiscrezioni sulle sue dichiarazioni a Vanity Fair.

 

A Loredana Lecciso sono arrivati i complimenti di Franco Grillini, Presidente Gaynet. "Brava, speriamo che altri la seguano su questa strada della tolleranza e del rispetto delle diversità – ha dichiarato in una nota Grillini -. La signora Lecciso è decisamente meglio dell’ex marito che sull’omosessualità ha detto un cumulo di banalità". "Non ha nemmeno il coraggio di pubblicare su ‘Sorrisi e Canzoni Tv’ il testo della sua, si fa per dire, canzone – dice ancora Grillini riferendosi al cantante pugliese – rimandandola al lunedì prossimo con penose spiegazioni e dicendoci addirittura che voleva tenerla ‘segreta’ fino all’inizio del festival".

"Naturalmente non stiamo nella pelle in attesa di conoscere tale capolavoro – conclude il presidente onorario di Arcigay -. Ma non possiamo fare a meno di rimarcare quanto avessimo ragione nel definire quella di Povia una operazione di marketing e la mancata pubblicazione del testo sta li a dimostrarlo. D’altra parte chi l’ha ascoltata dice che si tratta di una brutta canzone con una pessima musica e quindi fa bene a nasconderla, evidentemente è impresentabile".

Leggi   Cesena, Forza Nuova a processo per i manifesti funebri sull'unione civile
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...