Luxuria: "Mai criticato il Gay Village"

di

Un intervento dell'ex direttore artistico del Muccaassassina in merito al resoconto del dibattito alla festa di Liberazione di Roma pubblicato ieri.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

"In merito all’articolo ‘Tutti contro tutti’ di Monica Giovannoni sul dibattito alla Festa di Liberazione di Roma mi dispiace constatare alcune inesattezze e forzature; è la prima volta che mi succede dopo le tante interviste e articoli da voi gentilmente concessi.

Dall’articolo sembrerebbe che sia stato io a parlare a nome del Mieli (dal quale ho dato le dimissioni già da questa estate) e a criticare il Gay Village, cosa che non penso e non ho detto. Anzi, sia durante il dibattito che durante un’intervista alla vostra corrispondente dopo il dibattito, ho ribadito l’importanza di tale manifestazione, la sua modernità e il grande appeal che ha avuto tra gay e non solo. Augurandomi che sarà l’ultima volta in cui vi vedrò scivolare su una buccia di banana, rinnovo gli auguri e i complimenti per il vostro sito".

Vladimir Luxuria

Prendiamo atto della precisazione, ma dobbiamo sottolineare che in nessuna parte dell’articolo le critiche al Gay Village sono attribuite a Vladimir Luxuria, ma "al presidente e a rappresentanti storici del circolo Mieli". Luxuria, come risulta anche dall’intervista uscita su Gay.it lunedì scorso e come del resto lui stesso precisa, non fa più parte del Mieli dalla scorsa estate.

David Fiesoli, coordinatore dell’informazione su Gay.it

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...