Maggiani e Sbrana in mostra a Carrara

di

Una mostra di pittura e scultura da giovedì 14 giugno al centro Delle Erbe a Carrara.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Giovedì 14 giugno 2001, l’associazione Caleidoscopio inaugurerà presso il centro espositivo Delle Erbe a Carrara, la mostra di pittura e scultura dei giovani artisti Maggiani Gian Luca e Sbrana Gian Luca, che prenderà il titolo dagli omonimi artisti: MAGGIANI GIANLUCA SBRANA.

Verranno esposte una decina di opere ciascuno, rappresentative del lavoro artistico sia recente che degli anni passati dei due artisti, che usando tecniche e risoluzioni formali molto diverse perseguono il nobile scopo del raggiungimento di una profonda conoscenza di se stessi in armonia con il creato e la natura: Maggiani impastando la terra con pigmenti naturali e cere, raccolta durante i suoi viaggi per tutta l’Italia, imita gli spessori e i colori della natura. Così guardando i suoi quadri si ha l’impressione che tutto si sia dolcemente fermato e che nessuna creatura sia più vittima del consumo del tempo, nemmeno il marrone bruciato di un campo appena arato o il rosso arancio di un tramonto, come se dovesse rimanere lì sull’orizzonte per sempre, e il tutto viene risolto con una pittura astratta altamente materica.

Sbrana propone delle sculture che prendono vita e significato dalla luce, così banali rami secchi illuminati da neon viola o azzurri vivono, anzi rivivono una loro nova vita più elevata, oltre la materia stessa, e anche i chiari riferimenti a diverse religioni come Budda, spiriti africani, angeli cristiani, testimoniano che per Sbrana l’arte è un mezzo per un contatto intimo con se stesso e per dare un senso spirituale alla sua vita.

La mostra curata da Galeotti Paola, durerà fino al 26 giugno, gli orari sono: chiuso il lunedì, apertura:10.00-12,30/ 18.00-23.00.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...