Malesia: blitz nei locali gay, fuorilegge le lesbiche

di

Aumenta la repressione verso le persone lgbt nello stato islamico. Dopo la messa fuorilegge delle lesbiche, lo scorso week end arrestate 70 persone in un'irruzione delle autorità in...

543 0

E’ stato un week end movimentato, quello appena trascorso, per la comunità lgbt malesiana, ma non nel senso in cui tutti vorremmo fosse movimentato un week end.

Le forse dell’ordine nazionali hanno fatto irruzione in ben quattro feste omosessuali arrestando almeno 70 persone sorprese in atteggiamenti intimi. Tra gli arrestati pare anche che ci fossero diversi stranieri, soprattutto cinesi e statunitensi.

L’operazione è avvenuta a Georgetown e i locali in cui sono stati effettuati i blitz sono tre palestre e una sauna nei quali sarebbe stato rinvenuto anche parecchio materiale pornografico. La Malesia è un paese islamico, seppure moderato dove però la poligamia è consentita, mentre è vietata l’omosessualità definita come ‘reato di sodomia’ e condannata con pene che possono arrivare fino a 20 anni di reclusione. 

Sempre in Malesia, la settimana scorsa, il consiglio nazionale delle Fatwa aveva dichiarato: "è inaccettabile vedere donne che amano lo stile di vita maschile e indossano abiti da uomo. Il comportamento maschile diventa poi evidente quando iniziano a fare sesso con qualcuno dello stesso sesso, donne e donne. È per questo che il National Fatwa Council ha deciso di bandire e vietare questi atti".

Leggi   Come reagiscono gli etero di fronte a un bacio gay?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...