Omicidio Varani, Marco Prato shock: “Sul mio telefonino foto del vip nudo. Scoppierà una bomba”. E fa i nomi

di

Marco Prato pensa di ricorrere al ricatto di vip per ottenere benefici.

CONDIVIDI
84 Condivisioni Facebook 84 Twitter Google WhatsApp
25326 7

Riportiamo quanto scritto dalla redazione di Tiscali sulle ultime intercettazioni in carcere di Marco Prato, in prigione perché accusato, assieme a Manuel Foffo, di aver torturato e ucciso il giovane Luca Varani. Nelle conversazioni registrare Prato si lamenta delle scomodità della vita in carcere col padre, Leonardo, invitandolo a contattare i vari amici politici affinché possano far qualcosa per lui.

 

“La situazione in carcere è dura. Non ci sono termosifoni e le finestre sono medioevali. Non ci sono attività, niente da fare… Io vorrei frequentare un corso di buddismo, ho bisogno di relax, per me è importante l’orientamento del pensiero… Papà aiutami, contatta i tuoi amici. Il deputato, il senatore, quelli che conosci tu…”.

“Siamo in quattro dentro celle da due. Sono l’unico laureato su 130 detenuti” dice Prato. Il padre lo tranquillizza: “Ora c’è il problema che sono tutti impegnati in campagna elettorale, che per fortuna finisce tra una settimana”.

Marco pensa di sfruttare però anche un’altra strada per ottenere benefici: pensa anche a quale vip può essere più sensibile alle sue personali problematiche. Cita l’attore Christian De Sica, il cui intervento potrebbe esser stimolato con un ricatto: “Sul mio telefonino ci sono foto di persone nude, anche importanti, come l’attore De Sica. Una volta che queste foto usciranno saranno una bomba: queste persone tenteranno di fare muro insieme con me perché altrimenti andranno giù anche loro”.
Pare che Prato avesse più volte promesso queste foto hot ad alcuni amici, in cambio di sesso. Poi questi le avrebbero dovute usare per ricattare l’attore. “Marco ci diceva che ce le avrebbe date”, ha confessato Giuseppe Lanza, “e noi avremmo potuto ricattare Christian De Sica”. De Sica interrogato dai carabinieri ha ammesso di conoscere Prato, sostiene di averci avuto a che fare per qualche tempo, tuttavia sostiene di non aver mai ricevuto ricatti per foto compromettenti.
Leggi   Uccide un uomo gay e inneggia a Hitler col suo sangue: killer arrestato dopo 18 anni
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...