Marino aprirà il Gay Pride di Roma

di

Il sindaco ha assicurato la sua presenza: il 7 giugno sarà in piazza per i diritti lgbt.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
4674 0

A differenza dello scorso anno, quando decise di prendersi dei giorni di pausa dopo le fatiche elettorali, il sindaco di Roma Ignazio Marino parteciperà al Pride capitolino, previsto il 7 giugno prossimo. La decisione è arrivata dopo un incontro tenutosi ieri tra lo stesso Marino e le associazioni lgbt.
“La presenza del Sindaco all’apertura del corteo che celebrerà il ventennale della manifestazione simbolo della visibilità e della lotta per la piena uguaglianza delle persone gay, lesbiche, bisessuali, trans e intersessuali è un segnale importantissimo – ha commentato Andrea Maccarrone, presidente del circolo Mario Mieli -. Per la prima volta dal 1994 il sindaco di Roma parteciperà al Pride dimostrando con forza la volontà dell’amministrazione di stare attivamente a fianco della nostra comunità e condividendo il momento più alto di visibilità e rivendicazione politica della comunità lgbtqi”.

“La crescente vicinanza delle amministrazioni locali alle lotte di parità, dignità e laicità della nostra comunità – ha concluso Maccarrone – mette in evidenza la latitanza del Governo e del Parlamento rispetto al tema dei diritti ormai irrimandabili”.
“È una notizia importante – ha sottolineato Imma Battaglia, consigliera comunale di Sel -: l’ultima volta che un sindaco sfilò a un Gay pride fu nel 1994, con Francesco Rutelli“.

Leggi   Roma, ennesima aggressione omofoba: 21enne minacciato con un coltello, picchiato e rapinato
Tutti gli articoli su:
Personaggi:

Commenta l'articolo...