Mario Adinolfi: “Mi hanno invaso con gli arcobaleni su Facebook”

di

"I Pride? Non raccontano molto. Raccontatemi qualche vero episodio di omofobia".

69730 7

È di poche ore fa l’introduzione della reazione arcobaleno su Facebook e c’è già chi fatica a sopportarla: tra questi non poteva che figurare Mario Adinolfi.

Mario Adinolfi denuncia dalle frequenze di Radio Cusano Campus una proliferazione senza misura di questi arcobaleni in miniatura: “Me ne hanno messi a migliaia. E su Facebook c’è un evento – programmato per il 24 giugno – per un assalto web arcobaleno sulla mia pagina. Quale ragione c’è di organizzare un evento simile? Questa è solo violenza unilaterale di una lobby potente”.

Secondo le parole del leader del Popolo della Famiglia, l’emoticon arcobaleno sarebbe una fotografia della dimensione di potere ormai assunta dalla lobby LGBTQI+. Le associazioni LGBT ormai stanno al potere e sono discriminatorie. Perché non c’è, ad esempio, l’emoticon del Popolo della Famiglia? Oppure una con bimbo, mamma e papà? A voi sembra normale che abbiano concesso loro un’immagine?”.

Nel corso dell’intervista, infine, Adinolfi ha espresso i suoi pareri in merito ai Pride: “Queste manifestazioni con tanti politici e tanti potenti raccontano poco rispetto a quello che vorrebbero far credere sulla discriminazione, che in Italia non c’è. Raccontatemi qualche vero episodio di omofobia”.

Leggi   Mario Adinolfi nuovamente bloccato da Facebook
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...