Matthew Mitcham: “Orgoglioso di essere un’icona gay”

di

In pieno allenamento per le Olimpiadi di Londra, il giovane tuffatore australiano ha dichiarato alla stampa di essere fiero del suo ruolo di difensore dei diritti lgbt.

1315 0

Il tuffatore e campione olimpionico australiano matthew Mitcham, che ha fatto coming out poco prima delle Olimpiadi di Pechino in cui vinse l’oro per il tuffo dai 10 metri, si sta preparando ai Giochi Olimpici di Londra ed ha spiegato al quotidiano Sydney Morning Herald di essere molto orgoglioso del suo ruolo di difensore dei diritti lgbt.

"Non lo vivo come un peso – ha spiegato il tuffatore -. Non è mai stato così, specialmente per il fatto che la causa lgbt è al centro dell’attenzione di tutti per la questione dei matrimoni e che, di contro, molti pochi sportivi scelgono di fre coming out".

"Idealmente, vorrei che un giorno la sessualità diventasse così poco importante e interessante come lo è adesso il colore dei capelli di una persona – ha proseguito Mitcham -.Un giorno succederà, ma finché non sarà facile per gli sportivi fare coming out senza temere di perdere sponsor o di essere perseguitati o di non sentirsi a proprio agio con la proprio squadra, non mi interessa che si presti attenzione alla mia sessualità".

"Spero – ha concluso l’atleta -che questo possa fare sentire le altre persone a proprio agio con ciò che sono, anche nell’ambiente sportivo". Vedremo Mitcham, 24 anni, gareggiare a luglio a Londra, ma i siti anglosassoni si chiedono se questa volta le tv diranno che è gay o se, quanto meno, manderanno in onda gli abbracci che Matthrew riserva al suo compagno per festeggiare le vittorie.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...