Merkel frena sui pari diritti alle coppie gay

di

La cancelliera ha detto di non essere sicura che equiparare il regime di tassazione privilegiata delle coppie sposate a quello delle coppie conviventi sia la cosa più giusta...

3879 0

"Credo che a questo punto sarebbe bene aspettare la decisione della Corte". Con queste parole la cancelliera Angela Merkel ha parlato della proposta della sua coalizione di equiparare i benfici fiscali delle coppie conviventi a quelli delle coppie sposate. In un’intervista all’emittente ARD, Merkel si è detta soddisfatta che la coalizione che la sostiene abbia proposto il tema di dare più diritti alle coppie registrate ocn la domestic parnership, l’istituto giuridico per le coppie lgbt in vigore in Germania ma che "sull’estensione dei benefici alle coppie conviventi non sono molto sicura".

Toccherà quindi aspettare la decisione della corte costituzionale, chiamata ad esprimersi proprio su questa proposta, anche se i tempi non saranno brevi. La proposta, se approvata, consentirebbe ai partner di pagare le tasse in base alla somma degli stipendi, pagando meno tasse laddove ci sia una disparità tra i due.

Oltre ai benefici fiscali, la coalizione di centrodestra ha proposto anche di dare il diritto all’adozione per le coppie gay registrate. Una legge, quest’ultima, che ancor più di quella sui privilegi fiscali non è vista di buon né occhio dalla maggioranza della CSU, il partito della cancelliera, né dalla sorella bavarese CSU.

Leggi   Comunità LGBT e discriminazioni sul lavoro: il rapporto
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...