MEZZO MILIONE DI DOLLARI SPESI BENE

di

Il Dipartimento di Stato USA ha disposto la donazione di poco più di mezzo milione di dollari per risarcire gli omosessuali perseguitati nei lager nazisti

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Questa settimana la Pink Triangle Coalition ha ricevuto 504,210 dollari dal Governo degli Stati Uniti, e precisamente da quella sezione che si occupa di risarcire i perseguitati dal nazismo, la International Nazi Persecutee Relief Fund. Il denaro era accompagnato da una lettera del Dipartimento di Stato americano in cui si specificava che i fondi erano donati espressamente per “promuovere l’educazione pubblica e la commemorazione degli uomini e donne omosessuali uccisi dai nazisti o altrimenti perseguitati durante il periodo nazista”. La Pink Triangle Coalition fu formata nel 1998 da otto organizzazioni europee a difesa dei gay in Europa, Israele e Stati Uniti per coordinare le storie relative alla persecuzione nazista degli omosessuali. “La nostra coalizione è incoraggiata da questa opportunità di onorare finalmente la memoria di tutti quegli omosessuali uccisi dai nazisti, e apprezziamo il governo degli Stati Uniti per aver risarcito le vittime non ebree.” Ha detto Julie Dorf, una delle fondatrici della Pink Triangle Coalition e ex direttrice della International Gay & Lesbian Human Rights Commission. “Ma purtroppo questo sottolinea quanto poco sia stato fatto da molti governi, particolarmente quello tedesco.” Ha aggiunto Ralf Dose della Magnus Hirschfeld Society. “Siamo ancora in attesa che il governo tedesco prenda almeno in considerazione un qualche risarcimento per le vittime omosessuali del periodo nazista.”

Tra i milioni di vittime del nazismo figurano migliaia di omosessuali, raramente commemorati. Joseph Kohout, prigioniero numero 1896, aveva 24 anni quando fu internato a Flossenburg, dopo che uno della Gestapo trovò la foto di un ragazzo con una sua dedica di “eterno amore”. Kurt Von Ruffin, popolare attore tedesco della Berlino degli anni ’30 fu arrestato, rilasciato, riarrestato, torturato e castrato. Il paragrafo 175 del codice criminale tedesco imponeva l’imprigionamento di qualsiasi “uomo che commetta atti osceni e lascivi con un altro uomo” (nessuna menzione per le lesbiche, sebbene risultino dati di persecuzione su donne). Il paragrafo 175 è rimasto in vigore nella Germania occidentale fino al 1969. Le vittime dei campi non hanno mai ottenuto un risarcimento e gli anni nei lager sono stati detratti dalla loro pensione. Alcuni, sopravvissuti alla barbarie nazista, furono nuovamente incarcerati nel dopoguerra. L’anno scorso la sezione americana dell’ International Nazi Persecutee Relief Fund ha destinato 70.000 dollari per la Pink Triangle Coalition da distribuire a sette sopravvissuti e ad un progetto di ricerca di Berlino per aiutare a trovare altri sopravvissuti al momento sconosciuti. Sempre nello stesso anno, i membri austriaci della Pink Triangle Coalition hanno destinato alla causa 33.000 dollari e anche gli svizzeri hanno dato dei fondi. L’International Nazi Persecutee Relief Fund fu creato nel 1997 come risoluzione finale per gestire il denaro lasciato dai nazisti dopo la seconda guerra mondiale. Durante la guerra il governo nazista aveva sottratto dell’oro da vari paesi che aveva occupato e gli Stati Uniti, l’Inghilterra e la Francia istituirono la Tri-Partite Gold Commission per gestire la ridistribuzione di questo oro alla fine della guerra. Nel 1997 a Londra i governi di 23 paesi si incontrarono per discutere di come occuparsi dei fondi rimasti: da questo nacque la International Nazi Persecutee Relief Fund tramite la quale gli Stati Uniti hanno distribuito in totale 25 milioni di dollari. Questo mezzo milione di dollari verrà distribuito per tre progetti in Germania e uno internazionale, che contribuiranno largamente alle risorse educative delle nostre comunità per commemorare i tragici avvenimenti che videro protagonisti gay e lesbiche nelle mani dei nazisti. Tramite film, libri, internet e CD-Rom, questi tre progetti creeranno un folto materiale che porterà finalmente al pubblico questa parte di storia oscura. Uno dei progetti farà in modo che un recente documentario di Rop Epstein e Jeffrey Friedman, vincitore dell’Academy Award, “Paragraph 175”, sia visto e discusso in tutto il mondo. Un secondo progetto creerà un memoriale virtuale alle vittime e alle istituzioni distrutte dai nazisti nella forma di una mostra presso il Gay Museum di Berlino, un CD e un sito Internet a scopi educativi. Il terzo progetto pubblicherà un libro con i nomi dei gay e delle lesbiche uccisi dai nazisti a Berlino. Lo scorso febbraio anche il governo olandese ha dato circa un milione e 400 mila dollari, anche se non provenienti dalla loro sezione dell’ International Nazi Persecutee Relief Fund. Rappresentanti di vari gruppi omosessuali, inclusa la Pink Triangle Coalition, hanno lavorato con il governo olandese a questo importante progetto.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...