Microsoft: “Il matrimonio gay fa bene agli affari”

di

L'azienda di redmond invita lo Stato di Washington ad approvare la legge che istituisce il matriomonio gay: "I nostri impiegati sono discriminati rispetto ai loro colleghi di altri...

1586 0

Mentre lo stato di Washington discute sulla possibilità di legalizzare le nozze gay (pare che tutto si giochi al senato per un solo voto) due grossi nomi dell’industria e dell’IT non solo statunitense si schierano a favore dei diritti delle coppie lgbt. Sono Microsoft, che nello stato di Washington, a Redmond, ha il su quartier generale, e Nike.
Microsoft aveva già appoggiato l’approvazione delle domestic partnership, votate nel 2009 nello stato di Washington. In una dichiarazione ufficiale rilasciata ieri, l’azienda fondata da Bill Gates ha fatto sapere che "il patrimonio di Microsoft è una forza lavoro di talento e diversificata come i nostri clienti. Dal momento che altri stati riconoscono il diritto al matrimonio per tutti, gli impiegati di Washington sono svantaggiati se non possiamo offrire lo stesso ambiente, equo e inclusivo ai nostri dipendenti, al nostro personale e alle loro famiglie".

"Questa legge – si legge ancora nella dichiarazione di Microsoft – metterebbe i lavoratori di Washington sullo stesso piano di quelli degli altri sei stati che hanno già riconosciuto le relazioni stabili delle coppie dello stesso sesso. Approvare la legge farebbe bene ai nostri affari e all’economia dello Stato".
Brad Smith, Consigliere generale e Vicepresidente esecutivo ha dichiarato dalle pagine del suo blog che una forza lavoro diversificata e inclusiva può comprendere e connettersi meglio con la clientela.
"Riflettono il background di quasi tutti i paesi del mondo – scrive Smith -. Portano la loro creatività a lavoro e ne fanno buon uso per sviluppare nuovi prodotti e servire i nostri clienti. L’inclusività è un valore fondamentale per noi ed è parte integrante del successo degli affari dell’azienda". "Per questo – continua Smith – è importante andare oltre il semplice divieto delle discriminazioni. Noi ci sforziamo di promuovere attivamente la diversità, l’equità e l’inclusione nel posto di lavoro".
Nel 2009 Microsoft donò 100.000 dollari per la campagna a favore del riconoscimento delle coppie gay.

Leggi   La storia di Sam: bullizzato, trova la felicità con due nuovi papà gay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...