Milano: in serata decisione su registro delle unioni civili

di

Mentre a Palazzo Marino si discute ancora, Arcigay lancia l'allarme: "Offensivi emendamenti che vogliono eliminare 'famiglia anagrafica'. Sono insulti, non miglioramenti".

1463 0

Mentre è ancora in corso in consiglio comunale la discussione sull’istituzione del Registro delle Unioni Civili a Milano, Arcigay lancia l’allarme sulle notizie circa gli emendamenti alla delibera. In particolare il circolo milanese fa sapere che sarebbero state presentate proposte di modifica, giudicate dall’associazione "offensive". Gli emendamenti un questione vorrebbero "stralciare dal provvedimento il termine ‘famiglia’ anagrafica, a favore di un meno compromettente ‘unione di due persone’" silegge in una nota di Arcigay Milano. "Un regolamento comunale – fa notare Arcigay – non può modificare o emendare una legge nazionale".

Per Marco Mori, presidente di CIG Arcigay Milano, "il fatto che si voglia in tal senso emendare la delibera sarebbe un chiaro segnale che la pura più grande è accostare il termine famiglia al termine omosessuale. Come se gli omosessuali non avessero una famiglia o non fossero capaci di formarne una". "Lo trovo offensivo – continua Mori – e trovo offensivo che esponenti della maggioranza considerino queste osservazioni dei miglioramenti alla delibera. Sono degli insulti". Mori ha quindi fatto notare che "se il registro non parlerà di famiglia includendo anche le persone omosessuali, non solo non sarà uno strumento di reale disponibilità per i cittadini, ma di fatto perderà anche qualsiasi valore simbolico per la comunità lgbt".

Leggi   Milano, incontri sessuali e poi il ricatto: arrestato senegalese
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...