Mongolia: 5 gay rimpatriati in Corea del Nord

di

La Mongolia ha espulso il 22 settembre, cinque nord-coreani che erano scappati dal loro paese per sfuggire alle persecuzioni di cui erano vittime a causa della loro omosessualità.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
874 0
874 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


La Mongolia ha espulso il 22 settembre, cinque nord-coreani che erano scappati dal loro paese per sfuggire alle persecuzioni di cui erano vittime a causa della loro omosessualità. Avevano raggiunto clandestinamente la Mongolia in compagnia di altre 21 persone che tentavano allo stesso modo di sfuggire alla dittatura nord-coreana.
Il rimpatrio di questi 26 dissidenti nel loro paese equivale a una condanna a morte.
Il governo mongolo, uno dei pochi eletti democraticamente nella regione, aveva tentato di tenere nascosto l’affare ma una fuga dall’ufficio della dogana ha informato la stampa locale. la decisione ha provocato la protesta da parte della popolazione mongola, dove molte famiglie hanno parenti che sono abitanti della Corea del Nord.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...