Montagner: vaccini Hiv ancora lontani

di

"Prima approntiamo il vaccino terapeutico e poi passeremo a quello preventivo" "Le attuali ricerche relative al virus Hiv non porteranno alla realizzazione di un vaccino preventivo".

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


FIRENZE – “Prima approntiamo il vaccino terapeutico e poi passeremo a quello preventivo” “Le attuali ricerche relative al virus Hiv non porteranno alla realizzazione di un vaccino preventivo”.
Ne e’ convinto Luc Montagner, colui che nei primi anni ottanta ha scoperto il virus e che oggi e’ presidente della Fondazione di ricerca e prevenzione Aids-Unesco. “La mia posizione personale – ha aggiunto – e’ che tutto quello che oggi si sta facendo con le ricerche sulle proteine intatte della cellula non dara’ risultati”. Per arrivare a risultati rilevanti nella ricerca contro l’Hiv, per Montagner, “e’ necessario modificare queste proteine perche’ parti meno variabili del virus siano esposte al sistema immunitario. Soltanto in questo caso si potra’ valutare la risposta del sistema immunitario all’attacco del virus che provoca l’Aids“.
Montagner si trova a Firenze in occasione del convegno sui cinquant’anni dalla scoperta del Dna, promosso dall’istituto “Stensen”. “Il modo migliore per giungere ad un vaccino preventivo – ha poi spiegato Montagner – e’ partire da quello terapeutico, controllando la moltiplicazione del virus in persone che sono gia’ sieropositive”. Secondo lo studioso, “per arrivare al vaccino terapeutico sono necessari ancora alcuni anni, oltre al tempo che da quel momento ci vorra’ per giungere fino al vaccino preventivo”.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...