Mosca: niente gay al Festival Film d’amore

di

Non ci saranno storie omosessuali al festival cinematografico Volti dell'Amore, che ha aperto oggi a Mosca la sua ottava edizione.

MOSCA – Non ci saranno storie omosessuali al festival cinematografico Volti dell’Amore, che ha aperto oggi a Mosca la sua ottava edizione, e che vanta l’anteprima europea dell’ultima opera del regista danese Thomas Vintenberg.
Baci e carezze gay o lesbiche sono stati banditi dagli organizzatori del festival dei film d’amore, che chiudera’ i battenti il giorno 23, semplicemente perche’ fuori tema.
Davanti alle telecamere dell’emittente Ntv, a nome del comitato organizzatore della rassegna, Mark Rudinstein ha spiegato che “l’obiettivo principale del festival e’ mostrare tutta la bellezza dei rapporti teneri e naturali fra donne e uomini”. Quindi l’amore gay non c’entra.
Piatto forte della rassegna, sottolinea la stampa, e’ “It’s All about Love”, di Vintenberg.
Il film, stando al quotidiano Kommersant, e’ stato richiesto a molti festival ma “nessuno in Europa lo ha ancora visto” e avra’ la sua anteprima proprio nel contesto piu’ consono al soggetto.
Tra le altre opere attese da appassionati e addetti ai lavori, ci sono ‘The Secretary’ di Steven Sheinberg, ‘Spider’ di David Cronenberg, ‘Dolls’ del giapponese Takeshi ‘Beat’ Kitano e “Far from Heaven” con la conturbante performance di Julianne Moore.

Leggi   Stati Uniti, il ministro della Giustizia: “La legge sui diritti civili non prevede protezione per le persone LGBT”
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...