Museveni permetterà di “fare cose da stupidi” ai gay adulti

di

In Uganda si torna a parlare di legge anti-gay: sarà punita la "propaganda".

2689 0

Torna alla ribalta la questione della legge contro i gay in Uganda. Dopo la bocciatura da parte della Corte Costituzionale della norma che prevedeva pene fino al carcere a vita, il presidente Museveni parla di un testo meno duro, che permetta agli adulti di fare sesso tra loro.
Secondo fonti parlamentari ugandesi, riprese da GayStarNews, infatti, il nuovo testo dovrebbe puntare al divieto di “promuovere l’omosessualità”, secondo un approccio che ricorda molto quello russo.

“Siamo d’accordo nel proporre un nuovo testo che non urti i nostri amici occidentali, ma che protegga gli ugandesi – ha dichiarato il parlamentare Medard Bitekyerezo all’agenzia di stampa Reuters -. Museveni ha dichiarato che rivuole la legge in parlamento, ma ha aggiunto che se due adulti vogliono andare in una camera da letto e fare gli stupidi, che lo facciano pure”. “Quello che non vuole – ha continuato Bitekyerezo -, e su questo rafforzeremo le pene, è il reclutamento di bambini e lo sfruttamento economico di giovani vulnerabili”. Sembra, comunque, che l’articolo del codice penale che prevede fino a 14 anni di carcere per il reato di omosessualità, rimarrà in vigore.
La presidente del parlamento Rebecca Kadaga e altri 200 parlamentari che hanno firmato una petizione, hanno garantito che la legge contro le persone gay tornerà in vigore prima possibile.

Leggi   Violenza al Pride di Buenos Aires: uomo picchiato con una mazza da hockey
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...