Nel 136° World Almanac, anche i diritti gay

di

Nell'edizione del 2004, che come di consueto si apre con i dieci avvenimenti più importanti dell'anno, ci sono anche le battaglie per i diritti degli omosessuali.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


ROMA – Ha 136 anni, ma non li dimostra. Il “World Almanac”, appena uscito nelle librerie americane, si conferma come il reference book più longevo al mondo e, con gli oltre ottanta milioni di copie vendute finora, anche di maggior successo.
Il libro, che si rivolge ad una platea “trasversale” che va dal concorrente di quiz fino al presidente degli Stati Uniti, ha visto la luce nel 1868 come supplemento del giornale “The New York World”. Libro popolare e di divulgazione, oggi il World Almanac è considerato un must del genere. Ma il segreto della sua longevita’ sta nella capacita’ di farsi apprezzare da fasce di lettori estremamente diverse tra loro.
L’edizione 2004 del libro, si apre come di consueto con i dieci avvenimenti più importanti dell’anno, le Top Ten Stories: guerra in Iraq; tragedia dello space shuttle Columbia; andamento dell’economia americana; Medio Oriente e Road map; lotta al terrorismo internazionale; elezioni presidenziali 2004; elezione del nuovo governatore della California, Black out in Nord America; diritti degli omosessuali; epidemia di Sars.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...