New York, manifestazione contro scuola gay

di

Accoglienza contrastata oggi per il primo giorno di scuola al nuovo liceo di New York riservato a soli gay e lesbiche: tra i cartelli innalzati da un gruppo...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


NEW YORK – Accoglienza contrastata oggi per il primo giorno di scuola al nuovo liceo di New York riservato a soli gay e lesbiche: tra i cartelli innalzati da un gruppo di dimostranti ve ne era uno su cui si leggeva “Grazie a dio per l’11 settembre”.
Una ventina di manifestanti sono andati dalla California e dal Kansas fino al Greenwich Village, quartiere storico della controcultura di New York, per condannare l’omosessualita’.
“Dio sta cercando da tempo di svegliare questa citta’”, ha detto uno degli oppositori dell’iniziativa del sindaco Michael Bloomberg.
“New York e’ il cuore degli Stati Uniti. Laddove va la Grande Mela, va il resto del Paese. Quando si apre una scuola di questo genere – ha aggiunto – se ne apriranno altre in altri stati”.
Stando al manifestante, gli attacchi dell’11 settembre 2001 e il grande blackout del 14 agosto erano “tentativi di Dio di attirare l’attenzione” sui peccati della metropoli.
Ma gli oppositori sono stati ampiamente superati in numero dai sostenitori, che dall’altra parte della strada hanno manifestato solidarieta’ per gli studenti gay nel primo giorno di scuola.
Un uomo con indosso un clergyman ha detto di essersi vestito cosi’ per sottolineare che i leader religiosi di New York non sono d’accordo con gli integralisti sul tema dell’omosessualita’.
Era presente anche Rani Weingarten, presidente del sindacato degli insegnanti di New York, per esprimere l’appoggio al corpo di docenti che lavora nella Harvey Milk High School.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...