No della banca alla coppia gay: niente mutuo per loro

di

Il Comune li riconosce come coppia ma la banca non ne vuole sapere. Niente mutuo ai due uomini che volevano comprare una casa anche se il regolmento dell'istituto...

11869 0

Pordenone, sì del Comune alla coppia gay, no della Banca. Di solito le cose vanno diversamente quando si tratta di coppie dello stesso sesso: la politica non le riconosce, l’economia sì. E’ successo il contrario a due uomini di Podernone, regolarmente iscritti al registro delle convivenze del Comune che aveva chiesto un contributo pubblico della Regione Friuli Venezia Giulia. La Banca Mediocredito del Friuli Venezia Giulia non ha voluto concedere i 17 mila euro che spetterebbero ai cittadini della regione, le coppie ma addirittura i singoli. Tant’è che se quella cifra fosse stata chiesta singolarmente da uno dei due avrebbero avuto sicuramente più possibilità che la banca dicesse di sì.

Quando la banca ha letto il documento dell’anagrafe comunale che certificava i due come “Famiglia basata su vincolo affettivo” ha deciso il rifiuto dell’erogazione. Anzi, quel foglio è servito proprio per motivare il diniego. La palla adesso passa al Tar dove Arcigay ha opposto ricorso. Il sogno di una casa di proprietà, per il momento, dovrà aspettare.

Leggi   Comunità LGBT e discriminazioni sul lavoro: il rapporto
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...