Nominations agli Oscar: trionfa ‘The Aviator’

di

Con 11 nominations ‘The Aviator’ di Martin Scorsese si annuncia come da previsioni il front runner agli Oscar 2005.

508 0

Con 11 nominations The Aviator di Martin Scorsese si annuncia come da previsioni il front runner agli Oscar 2005. Spalmate a pioggia in quasi tutte le categorie, le 11 segnalazioni comprendono ben tre nominations agli attori: Leonardo Di Caprio nei panni del protagonista Howard Hughes, Cate Blanchett in quelli di Katharine Hepburn e Alan Alda nel ruolo del senatore Brewster. A sfidare il colosso volante il nuovo film di Clint Eastwood su una donna boxeur, Million Dollar Baby e lo splendido biopic sull’autore di Peter Pan James M. Barrie Finding Neverland, entrambi con 7 nominations. Seguono gli outsiders Sideways di Alexander Payne e Ray di Taylord Hackford con cinque candidature ciascuno.
Tra le attrici nominate a sorpresa Catalina Sandino Moreno, protagonista di Maria piena di grazia, Kate Winslet (la luminosa Clementine nel bellissimo Eternal Sunshine of the Spotless Mind) e la coppa Volpi Imelda Staunton del Leone 2005 Vera Drake di Mike Leigh, scelto per regia e sceneggiatura, pronte a sfidare le favorite Annette Bening (Being Julia) e Hilary Swank (Million Dollar Baby).
Tra i non protagonisti l’hanno spuntata Clive Owen e Natalie Portman per il trasgressivo Closer di Mike Nichols nonché la brava Laura Linney nel ruolo della moglie del protagonista Alfred in Kinsey sull’omonimo professore americano autore di importanti ricerche sull’omosessualità e di un libro chiave sul comportamento sessuale maschile scritto nel 1948. Non ce l’ha fatta Gianni Amelio, candidato italiano con Le chiavi di casa, battuto da Alejandro Amenábar e il suo Mare dentro, dal francese Les choristes, lo svedese As it is in Heaven (anch’esso su un coro giovanile), il tedesco Downfall sugli ultimi giorni di Hitler e il sudafricano Yesterday su una giovane donna malata di Aids.
Doppia nominations all’attore di colore Jamie Foxx per la sua interpretazione in Ray già premiata col Golden Globe e per il ruolo del tassista minacciato da Tom Cruise in Collateral di Michael Mann.

Leggi   Colton Haynes contro l'omofobia di Hollywood: "Ruoli da macho? Ci scartano a priori"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...