Non conquista seggi in Parlamento l’unico partito lgbt al mondo

di

Ang Ladlad aveva presentato la propria lista dopo una lunga battaglia contro la commissione elettorale filippina che aveva giudicato la formazione "immorale". Ma le urne non l'hanno premiata.

2981 0

Non ce l’ha fatta Ang Ladlad, l’unico partito gay al mondo, ad entrare nel parlamento filippino. Alle elezioni appena celebratesi, infatti, la formazione rainbow ha ottenuto solo lo 0,37 per cento di voti (per un totale di 75.913), contro il 2 per cento necessario per conquistare almeno un seggio.
“Per tutto quello che è stato e per tutto quello che avete fatto per Ang Ladlad negli ultimi 10 anni, vi ringrazio – ha commentato il leader del partito Bemz Benedito -. I vostri voti non sono andati persi, abbiamo combattuto per una buona causa.

Per sei anni, la formazione ha lavorato per guadagnarsi il diritto ad accedere alle elezioni. In quelle del 2007 e in quelle del 2009, stando a quanto riporta GayStarNews, infatti, non aveva potuto parteciparvi perché giudicato “immorale” e una “minaccia per i giovani” dalla commissione elettorale.
E’ stato necessario ricorrere alla Corte Suprema per poter partecipare a queste elezioni di mezzo termine, ma il risultato non è stato quello sperato.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...