Nuova Zelanda: derubato da un uomo conosciuto su Grindr

di

E al ragazzo è andata anche bene. Un altro uomo a Londra sarebbe stato ucciso dopo un'appuntamento su Grindr

grindr_european_test_hiv_finder_prevenzione_HIV
2303 0

Gli appuntamenti fissati su Grindr, la famosa dating app che tutti abbiamo scaricato almeno una volta, a volte possono anche non concludersi nel migliore dei modi…

È il caso di un ragazzo della Nuova Zelanda, che è stato derubato da un gruppo di uomini, spacciatisi per uno solo, abbordati sull’app: stando alla polizia di Auckland, sarebbe stata utilizzata anche un’arma e la rapina non sarebbe l’unica: “C’è una connessione tra l’assalto e una serie di feste di gruppo organizzate su Grindr, dove sono avvenuti altri furti”, ha rivelato il detective che si sta occupando del caso, Paul Newman. Il poliziotto consiglia anche di adoperare piccole accortezze prima di incontrare qualcuno: “Vedetevi in luoghi pubblici almeno la prima volta, e se possibile magari portatevi anche un amico. Se non vi va, avvertitelo sul luogo dove siete e assicuratevi che sappia dove vi dirigete”.

uomo_incappucciato

L’avvocato del malcapitato, Karen Ritchie, ha spiegato più approfonditamente la dinamica dell’accaduto: “Al posto di un solo ragazzo si sono presentati in due, sono entrati in casa e l’hanno messa a soqquadro. Hanno minacciato il mio assistito con una pistola e poi hanno preso anche la sua automobile“. È per questo che l’avvocato si sta battendo per rendere il tema di pubblico dominio nella comunità LGBTI locale: “Sono stata informata che una banda di ladri, che si spaccia per un ragazzo su Grindr, sta commettendo gravi crimini umiliando e derubando giovani della nostra comunità. Probabilmente continueranno: questo non è uno scherzo, state attenti!”, ha pubblicato la donna su Facebook.

grindr_app_2

Al ragazzo è andata anche bene: poche settimane fa la notizia di un poliziotto strangolato e fatto a pezzi, che secondo la polizia sarebbe stato ucciso da un uomo incontrato su Grindr (peraltro di origini italiane) a Londra. Sulla vicenda non è ancora stata fatta piena luce, e gli investigatori stanno seguendo tutte le piste possibili.

La raccomandazione è sempre la stessa: attenzione a chi incontrate, e cercate di assicurarvi in tutti i modi che sia una persona affidabile!

Leggi   Nuova Zelanda, pastore contro i gay: "Un proiettile deve attraversarli"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...