Obama: “Da quest’anno, gay e lesbiche nell’esercito”

di

Niente nozze gay, nel discorso sullo Stato dell'Unione. Ma un passaggio, quasi obbligato sull'abolizione del DaDt: "a nessun sarà vietato di servire il paese che ama per via...

803 0

C’erano anche gay, lesbiche, trans e bisex nell’annuale discorso sullo Stato dell’Unione pronunciato da Obama di fronte alle camere in seduta congiunta e trasmesso a reti unificate.

Concentrandosi sull’economia, sull’innovazione sulla necessità di ridare vitalità al mercato del lavoro, se da un lato non ha fatto alcun cenno al matrimonio gay, come alcuni si aspettavano date le crescenti pressioni in merito, dall’altro non poteva non tirare in ballo la recente abolizione del Don’t Ask Don’t Tell.

"Le nostre truppe arrivano da ogni angolo di questo paese: ci sono neri, bianchi, latini, asiatici e nativi americani. Sono cristiani e indù, ebrei e musulmani. E, sì, sappiamo che alcuni di loro sono gay. A partire da quest’anno, a nessun americano sarà vietato di servire il paese che ama a causa della persona che ama".

Leggi   Egitto, dopo gli arresti ora si discute legge anti-gay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...