Matrimoni gay, news dall’Oceano Atlantico: è legge nelle Isole Falkland

di

Il piccolo arcipelago del Regno Unito è pronto anche ad ospitare il Gay Pride più a sud del mondo.

CONDIVIDI
162 Condivisioni Facebook 162 Twitter Google WhatsApp
3369 0

I matrimoni gay sono legge nelle isole Falkland. Nelle scorse ore l’Assemblea Legislativa delle isole Falkland ha votato quasi all’unanimità la legge che prevede l’estensione del matrimonio alle coppie omosessuali: sette voti a favore e solo uno contrario.

L’introduzione della normativa arriva dopo una pubblica consultazione che ha rilevato un largo consenso nella popolazione: il 90% delle persone si è dichiarato favorevole ai matrimoni gay, l’87% alla celebrazione degli stessi in Chiesa e ben il 94% ha detto sì alle unioni civili.

Contemporaneamente alla legge sui matrimoni, infatti, il piccolo arcipelago ha approvato le unioni civili per le coppie omosessuali ed eterosessuali, entrando in una ristrettissima cerchia di Paesi che garantiscono l’accesso ai medesimi diritti del matrimonio pur non ricorrendo al tradizionale istituto. Nella legge, infine, si rileva che “i genitori di un bambino possono essere due madri o due padri”. Soddisfazione da parte di un portavoce del governo, che rivela al magazine PinkNews: “Questa mossa manda un chiaro e potente messaggio: tutte le persone e tutte le relazioni sono uguali. La legge ora riflette la lunga tradizione delle isole Falkland, da sempre una comunità aperta, tollerante e rispettosa”.

Il piccolo arcipelago di circa 200 isole nell’Atlantico meridionale, territorio inglese d’oltremare e da sempre oggetto di rivendicazioni e contese tra Regno Unito e Argentina (la Guerra delle Falkland si combatté nel 1982), conta una popolazione di circa 3000 persone in un Paese che a fine aprile ospiterà anche il Gay Pride più a sud del mondo.

Nell’aprile dello scorso anno anche l’Isola di Man, parte della Corona Britannica, ha approvato i matrimoni gay a larga maggioranza: sorprendente, se consideriamo che qui l’omosessualità è stata depenalizzata solo nel 1992 e che già nel 2011 era stata approvata una legge sulle unioni civili. Rimane solo l’Irlanda del Nord, per quanto riguarda gli altri Stati del territorio, ad escludere dalla propria giurisdizione un riconoscimento ufficiale dei diritti delle coppie gay.

Leggi   RTL fa spot sulle unioni civili, in Rai lo rifiutano: "Troppo moderni?"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...