Ohio: ucciso a 23 anni perché gay

di

Cincinnati. La città ha una legge che proibisce di proeggere in qualsiasi modo i gay e le lesbiche. Ora, dovrebbe riuscire a modificarla.

641 0

CINCINNATI – Un giovane di 23 anni è stato ucciso con un colpo di pistola mentre camminava per strada. Testimoni riferiscono che un’auto si sia avvicinata a Gregory Beauchamp.Gli occupanti lo hanno per la prima volta schernito urlandogli ogni tipo di invettiva contro i gay e poco dopo è ritornata . Dall’interno sono partiti dei colpi di pistola per terrorizzare i frequentatori di quella che probabilmente era una zona di incontri . Uno di questi colpi ha preso Beauchamp al petto, uccidendolo. Questo la notte di capodanno 2003. Ora il sindaco della città vuole cambiare lo statuto della città, una specie di costituzione locale, che nel 1993 fu emendato dai gruppi cattolici all’epoca al governo con una norma che esplicitamente vietava di creare qualsiasi legge a tutela dei diritti di gay e lesbiche (questo per la carità cristiana). Da allora sono stati registrati talmente tanti episodi di intolleranza e discriminazione culminati con questo ultimo omicidio che il sindaco ha presentato una proposta di emendamento allo statuto cittadino. L’emendamento prevede che sia riconosciuto come reato aggravato il crimine commesso contro disabili, contro le minoranze razziali o per motivi di odio causati dal sesso o dall’orientamento sessuale. Neanche a dirlo i gruppi cattolici e protestanti si oppongono senza voler sentire ragioni. ” Passare questo emendamento significa che la vita di omosessuali e neri vale di più di quella di un bianco padre di famiglia”. L’originale lettura del provvedimento viene dal presidente del locale comitato per la difesa dello status quo. E intanto il massacro continua.

Leggi   Brasile, boom per il primo Pride senza sovvenzioni pubbliche
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...