Omofobia a scuola, denunciata un’insegnate romana

di

Non ha dato seguito alle segnalazioni di un alunno che, poi, è stato picchiato

5827 0

Colpevole di avere ignorato la denuncia di un caso di bullismo omofobo che si stava consumando tra gli alunni della sua classe. Adesso l’insegnante dell’istituto Vittorio Gassman di Roma dovrà risponderne davanti ad un giudice. Dopo la sua omissione, un ragazzo, reo di avere detto alla docente quello che stava accadendo, è stato picchiato fuori dalla scuola dai suoi compagni di classe.
Tutto era nato, lo scorso anno, da una battuta che uno studente della scuola, aveva fatto ad alcuni compagni. Questi, per niente disposti a lasciar correre, avevano creato un gruppo su Whatsapp in cui prendevano di mira il compagno con battute omofobe.

Accortosi della cosa, un altro alunno aveva avvisato il compagno e denunciato la cosa alla professoressa che, per tutta risposta, pare abbia accusato il giovane di avere violato la privacy dei suoi compagni. E se il ragazzo vittima di omofobia ha confessato ai genitori di volersi suicidare pur di sfuggire alla situazione, l’amico che avrebbe voluto aiutarlo si è ritrovato vittima di un pestaggio, per vendetta.
Adesso l’insegnante è stata denunciata, secondo quanto riporta l’edizione di Roma del Corriere della Sera e gli avvocati del ragazzo picchiato hanno dichiarato: “Ognuno è libero di essere etero o omosessuale senza la paura di pagare per i suoi desideri. È questa l’unica cosa che debbono garantire gli insegnati ai loro studenti”.

Leggi   Silvana De Mari lancia crociate contro il sesso anale direttamente dall'altare
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...