ONG: Italia mantenga impegni su Fondo Globale AIDS

di

L'Osservatorio Italiano sull'Azione Globale contro l'Aids, lancia un appello affinchè l'Italia destini e versi subito il contributo di 100 milioni di euro promesso per il 2004.

502 0

ROMA – L’Osservatorio Italiano sull’Azione Globale contro l’Aids, composto da 24 ong operanti in oltre 100 Paesi, lancia un appello affinchè l’Italia destini e versi subito il contributo di 100 milioni di euro promesso per il 2004 al Fondo Globale per la Lotta all’Aids, alla Tubercolosi e alla Malaria.
Un appello ai parlamentari perchè, nel quadro della legge di assestamento di bilancio attualmente all’esame del Parlamento, l’Italia “rispetti gli impegni assunti durante i vertici del G8 a Genova nel 2001 e ad Evian nel 2003″, e “continui a garantire il suo impegno nella lotta alle tre epidemie, in modo sostenibile e di lungo periodo, con risorse destinate al Fondo Globale, ma anche ai programmi bilaterali, al supporto alle azioni della società civile italiana e internazionale, e alle agenzie delle Nazioni Unite che hanno competenza e autorevolezza nel coordinare la lotta alle malattie”.
Il contributo promesso dall’Italia, aggiungono, “è indispensabile al fine di garantire l’attività del Fondo Globale – fortemente voluto dall’Italia e creato a seguito delle decisioni prese in sede di G8 a Genova nel 2001 – grazie alla quale numerosi Paesi in via di sviluppo stanno ottenendo degli importantissimi risultati nell’ambito della lotta alle tre endemie”. E’ quindi, concludono, “un impegno che bisogna assolutamente mantenere, per le persone a cui è destinato, e anche per la credibilità del nostro paese sul piano internazionale”.

Leggi   HIV, nessun contagio se ci si cura: lo studio che lo conferma
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...