Padova: nella Tv della Curia si parla di gay

di

TeleChiara, l’emittente della diocesi padovana, ha dedicato una puntata di Settima, rubrica settimanale di attualità, al tema dell’omosessualità.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


TeleChiara, l’emittente della diocesi padovana, ha dedicato una puntata di Settima, rubrica settimanale di attualità, al tema dell’omosessualità. Il programma andato in onda giovedì 18 e in replica domenica 21 alle 22, è incentrato su "Omosessuali: quanto diversi, quanto integrati?".

Alcuni servizi hanno illustrato la situazione della comunità GLBT nel padovano, indagandone tutti gli aspetti: un servizio sulla realtà lesbica, un’inchiesta seria sulla questione delle convivenze condotta senza moralismi. Alessandro Zan, presente in trasmissione in rappresentanza del circolo Arcigay di Padova, ha giudicato la trasmissione un’"importante iniziativa di un organo vicino alla Curia per affrontare l’omosessualità con toni moderati, senza insinuazioni".

In studio con Gabriele Pedrin, curatore della trasmissione, oltre ad Alessandro Zan, c’erano Elena De Rigo, rappresentante veneto dell’AGEDO (Associazione genitori e amici di omosessuali), Toni Grossi, giornalista, e Camillo De Biasi, presidente del forum delle Associazioni famiglie del Veneto.

La puntata ha affrontato il tema delle rivendicazioni del movimento omosessuale, del perché sia necessaria una legge anti-discriminatoria, e, su sollecitaziione del presidente del Forum della Famiglia, sulla necessità di una tutela delle convivenze di fatto.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...