Pallavolo vietata a transessuali

di

Mai piu' controlli del sesso nella pallavolo e niente transessuali: lo ha annunciato Ruben Acosta, presidente della federazione internazionale di volley a margine di una riunione ad Acapulco...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


ACAPULCO – Mai piu’ controlli del sesso nella pallavolo e niente transessuali: lo ha annunciato Ruben Acosta, presidente della federazione internazionale di volley (FIVB), a margine di una riunione ad Acapulco del Cda.
“Vogliamo sopprimere i controlli del sesso perche’ c’e’ un carico troppo gravoso per gli organizzatori delle competizioni, e poi in 10 anni abbiamo riscontrato un solo caso, anche molto discusso, tra i minori di 18 anni”, ha affermato Acosta. Il caso citato e’ quello di una giocatrice brasiliana, della quale il presidente della FIVB non ha precisato il nome, le cui analisi mostrano un tasso elevato di ormoni maschili, ma il medico aveva affermato che non si trattava di “una prova di mascolinita’”. “La giocatrice e’ stata curata e ha ripreso a giocare normalmente”.
Oltre allo stop al controllo dei sessi, Acosta ha affrontato anche il problema dei transessuali che non saranno autorizzati a partecipare alle competizioni sportive sotto l’egida della FIVB. “Non possiamo autorizzare i transessuali a giocare, anche se gli svedesi insistono molto perche’ siano ammessi alle gare in nome dei diritti umani e delle liberta’ individuali: ma ci sono dei diritti umani che in realta’ sono degli abusi umani”.
Secondo il presidente della federazione si e’ presentato un caso in Brasile di un transessuale “che voleva giocare nelle squadre femminili, ma la FIVB non l’ha permesso”.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...