Pannella a New York, sono per unioni civili

di

Un fermo sì alle unioni civili per gay e lesbiche, e un affondo contro il matrimonio tradizionale, viene dal leader radicale Marco Pannella, in questi giorni in America.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
695 0
695 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


NEW YORK – Un fermo sì alle unioni civili per gay e lesbiche, e un affondo contro il matrimonio tradizionale, viene dal leader radicale Marco Pannella, in questi giorni in America: tornando da San Francisco, diventata negli ultimi dieci giorni la capitale dei matrimoni omosessuali, Pannella ha sostenuto la necessita’ di riformare il diritto di famiglia istituendo “un contratto diverso da quello matrimoniale” per persone che “decidano di vivere in comune, con o senza il riferimento sessuale”.
“C’e’ bisogno in Italia di un nuovo diritto di famiglia che tenga presente la volonta’ degli esseri umani di legarsi tra loro. E’ nell’interesse sociale tutelare questa volonta’, non ostacolarla”, ha detto Pannella in un incontro a New York con il gruppo di italiani di New York ‘Quelli di Serafina’.
Lo stesso Pannella ha ricordato che i radicali hanno presentato all’inizio della legislatura una proposta di legge di iniziativa popolare per l’istituzione del Registro delle unioni civili di fatto. Ma ha aggiunto che “in tutta questa voglia di santificare il matrimonio con la sua storia da Sacra Rota” lui non ci crede: “Ci sono altre forme. Questo matrimonio lo tenga chi l’ha caro, magari pure un gay. La vera battaglia, quella seria, e’ sul diritto di famiglia”.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...