Parlamentari di tutti i partiti chiedono il ‘divorzio breve’

di

Ad un incontro tra Lega, Radicali e altri parlamentari di destra e sinistra, si è discusso della necessità di passare da tre a un anno. Bernardini: "Solo in...

Una mobilitazione, la più ampia possibile, a favore del "divorzio breve". E’ la proposta uscita dal tavolo di confronto organizzato presso la sede dei Radicali dalla "Lega Italiana per il divorzio breve". All’incontro erano presenti parlamentari di tutti gli schieramenti politici che concordano sulla necessità di accelerare i tempi per porre fine ad un’unione naufragata. Come ha spiegato Maurizio Paniz, avvocato e deputato del Pdl, un primo passo potrebbe consentire l’inserimento dei progetti di legge presentati nell’ordine del giorno della commissione giustizia della Camera. 

Paniz ha ammesso che non sarà una battaglia facile, anche se a suo avviso i tempi sono ormai maturi per adeguare la legislazione italiana a quella media europea. L’idea è quella di passare dagli attuali tre anni a soli dodici mesi perché le coppie senza figli possano completare le pratiche del divorzio e renderlo effettivo. Se i figli, invece, ci sono e sono minorenni, i tempi resterebbero guali agli attuali. "Solo in Italia si deve attraversare un Purgatorio così lungo per l’addio definitivo – ha sottolineato la deputata radicale Rita Bernardini -. Il divorzio breve è solo un primo passo verso una più profonda riforma del diritto di famiglia".  Che il riferimento fosse all’introduzione dell’istituto delle unioni civili?

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...