Partito il Mardi Gras a Sidney

di

Il carnevale gay di Sydney giunto alla 25/ma edizione, ha mantenuto la promessa di tornare alle sue origini 'politiche' dopo le accuse di perdita di identità e di...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Preceduto come da tradizione dal rombo dei motori delle ‘Dykes on Bykes’, le ‘lesbiche in moto’, il corteo del Gay Mardi Gras, il carnevale gay di Sydney giunto alla 25/ma edizione, ha mantenuto la promessa di tornare alle sue origini ‘politiche’ dopo le accuse di perdita di identità e di asservimento agli sponsor, mosse alle edizioni precedenti. La parata annuale lungo Oxford Street nel quartiere gay di Paddington, nata nel 1978 come piccola marcia di protesta e divenuta la più grande sfilata notturna al mondo, ha intrattenuto centinaia di migliaia spettatori in gran parte ‘etero’ con la sua esuberante sfacciataggine.Tema di quest’anno, cantato in stile gospel, ‘Walk a mile in my shoes’, ovvero prova a metterti nei miei panni). Il carro di apertura, una grande riproduzione della cattedrale cattolica di St. Mary’s a Sydney affollata di cardinali, angeli e diavoli, prendeva di mira le istituzioni religiose accusate di discriminare i gay e le lesbiche. Hanno sfilato 170 carri tra cui diversi gruppi giovanili e sportivi per ricordare le Olimpiadi gay del prossimo novembre a Sydney. Gruppi di aborigeni gay hanno sfilato chiedendo riconciliazione e giustizia, mentre i ‘bebè arcobaleno’ in carrozzina venivano candidamente spinti per la parata da coppie dello stesso sesso.

di Paola Faggioli

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...