Pdl: Vendola e il portavoce-ex fidanzato non raccomandabile

di

Ad aggiungersi all'elenco di esponenti di destra che per giustificare Berlusconi tirano in ballo i gay si aggiunge la deputata Nunzia de Girolamo. L'immorale stavolta è il portavoce...

4810 0

Sulla pietra sacrificale sale un altro gay. Ad immolarlo in difesa delle prodezze sessuali di Silvio Berlusconi nel giorno delle manifestazioni per la dignità delle donne è proprio una donna, Nunzia De Girolamo (in foto con Mara Carfagna), che nel corso della tramsissione "In Onda", ieri sera su La7, ha tirato in ballo il portavoce ed ex fidanzato di Nichi Vendola.

Il portavoce – "Che Vendola dica che siamo brutti, sporchi e cattivi

non ci sto". "Proprio lui che ha quel portavoce", ha poi aggiunto. Scontata la curiosità dei conduttori Luca Telese e Luisella Costamagna che hanno chiesto di precisare questo giudizio morale. "E’ l’ex fidanzato del governatore della Puglia e frequenta discoteche poco raccomandabili", ha spiegato la De Girolamo che ha così equiparato ruoli (essere il portavoce di Vendola e il Presidente del Consiglio), reponsabilità e senza nemmeno prendere in considerazione la coerenza delle posizioni pubbliche e delle scelte private.

Continui attacchi ai gay – Il tentativo di screditare chi esprime

posizioni critiche verso Silvio Berlusconi tirando in ballo le persone gay del resto non è nuovo. Lo stesso Presidente del Consiglio davanti a una platea di imprenditori disse: "Meglio correre dietro alle belle donne che essere gay". Dopo di lui ci fu Gasparri: "Vendola dovrebbe tacere – disse il capogruppo del Pdl al Senato -. Critica l’altrui bunga bunga che intanto non è nulla di male, ma almeno avviene con donne. Prediche, da certi pulpiti, lasciano per lo meno perplessi, viste le predilezioni particolari". A giustificare i bunga bunga presidenziali arrivò poi Umberto Bossi: "Pensate se agli uomini non piacessero donne". Poi fu la volta del Sottosegretario alla presidenza del Consiglio Carlo Giovanardi che disse che la sinistra faceva la moralista solo quando non si trattava di coppie gay. Infine il Giornale di Sallusti, che sbattè in prima pagina la foto di Vendola ad un Gay Pride sovrastato dal titolo: "Ma quest’uomo può permettersi di fare la morale?". Oggi il giudizio sul suo portavoce. Chi sarà il prossimo?

Leggi   Lella Bertinotti: "Io, Fausto, Luxuria, i gay e i comunisti col rolex"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...