Per protesta Steven Spielberg lascia i boy scout

di

Il regista americano si dimette dall'esecutivo americano dei boy scout per protesta contro le discriminazioni nei confronti di gay

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Il regista americano Steven spielberg ha annunciato oggi di aver lasciato il comitato esecutivo dell’associazione "Boy Scouts of America" per evitare di continuare ad essere associato ad una organizzazione che è coinvolta in una palese discriminazione nei confronti dei gay.

"E’ una vergogna" – ha detto il regista – "e sono amareggiato di aver visto la mia organizzazioni essere coinvolta in questi ultimi anni in una palese discriminazione".

E’ evidente che Spielberg si riferisce alla controversa questione che vede l’organizzazione dei Boy Scouts vietare l’adesione a omosessuali dichiarati perchè sarebbero contro i valori che stanno alla base dello scoutismo. Nei mesi scorsi, la causa intentata da alcuni americani espulsi dagli Scout perchè gay dichiarati è arrivata fino alla Corte Suprema che ha dichiarato purtroppo il diritto dell’organizzazione scoutistica di scegliere i propri aderenti anche sulla base dell’orientamento sessuale.

La secca presa di posizione di Steven Spielberg rappresenta certamente per l’associazione scoutistica una pesante sconfitta, innanzitutto sul piano dell’immagine.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...