Polemica sul fumetto anti-gay dei Marines

di

I membri gay delle forze armate americane chiedono le scuse immediate del corpo dei Marines, in seguito alla pubblicazione di un fumetto anti-gay sul Marine Corps Times.

520 0

I membri gay delle forze armate americane chiedono le scuse immediate del corpo dei Marines, in seguito alla pubblicazione di un fumetto anti-gay sul Marine Corps Times.

Firmato da Phillip Thompson, e apparso sulla pagina degli editoriali del numero dell’11 febbraio della pubblicazione ufficiale del corpo il fumetto "In The Trenches – In Trincea" fa riferimento a una foto della Associated Press scattata a bordo della portaerei americana Enterprise l’anno scorso, che mostra una bomba statunitense destinata all’Afghanistan con un graffiti "Highjack This Fags – Dirottate questo, froci" inciso sopra.

In seguito alla controversa foto che ha fatto il giro del mondo, il SLDN, organo per la difesa legale dei membri delle forze armate ha chiesto ai comandanti della Marina di prendere provvedimenti contro i militari che avevano scritto il graffiti. Il contrammiraglio S. R. Pietropaoli ha rilasciato una dichiarazione in cui definisce il graffiti "inappropriato" affermando che sarebbero stati presi provvedimenti per assicurarsi che episodi simili non si ripresentino.

Il fumetto di Thompson mostra un militare che sta grattando una scritta su una bomba. La didascalia recita: Caro [censurato], non possiamo più scrivere affermazioni "inappropriate" sulle bombe, ma stiamo di nuovo per mettertelo nel [censurato], a te [censurato]. Con amore, U.S.M.C.

Esponenti di SLDN affermano che il fumetto "implica chiaramente che l’artista considera le offese anti-gay accettabili nelle forze armate".

Né il corpo dei Marine né il Marine Corp Times hanno replicato alla richiesta di scuse dell’SLDN.

di Gay.com UK

Leggi   Giulia De Lellis ci ricasca: "Ma lui è gay o normale?"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...