Polonia: legge sulle coppie gay

di

La sinistra al potere in Polonia vuole legalizzare le unioni omosessuali. Il progetto di legge è pronto, ma sarà presentato solo dopo l'adesione all'Unione europea.

614 0

Il partito della sinistra post-comunista (SLD) al potere in Polonia, ha preparato un progetto di legge sulle convivenze che legalizzerebbe anche le unioni omosessuali in questo paese, dove più del 90% della popolazione si dichiara cattolica. Lo ha comunicato lo stesso SLD giovedì scorso.

«Il progetto (di legge sulle convivenze) è pronto», ha affermato l’addetto stampa di Joanna Sosnowska, deputata del SLD, che ha preparato il testo. Nel progetto, che si ispira ai PaCS francesi, «il sesso delle persone interessate non fa differenza – ha spiegato la Sosnowska – Dobbiamo adattare il nostro sistema agli standard in vigore nell’Unione europea, dove è vietato fare discriminazione tra persone di diverso orientamento sessuale».

La Sosnowska ha precisato che, su richiesta del capo-gruppo parlamentare del SLD, il progetto non sarà presentato se non «dopo il referendum sull’adesione della Polonia all’Unione europea», previsto nel 2003.

«Si tratterà del primo passo in una buona direzione – ha dichiarato Marcin Lakomski, un militante gay – Abbiamo bisogno di questi provvedimenti che ci garantiscano i diritti fondamentali».

Secondo il portavoce dell’episcopato polacco Adam Schulz, il progetto di legge proposto dalla Sosnowska «è un attacco contro l’istituzione del matrimonio e della famiglia». «E’ chiaro che la Polonia necessita di una discussione non solo sull’integrazione nell’Unione europea, ma anche sui valori che serviranno per preparare il futuro della Polonia dopo questa eventuale adesione, sui valori che la Polonia dovrà portare, senza copiare dei modelli vergognosi promossi da certi paesi dell’Europa» ha detto Schulz.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...