PrEP, la Nuova Zelanda è pronta al finanziamento pubblico

di

La profilassi pre-esposizione sarebbe così disponibile in farmacia a un prezzo irrisorio.

2286 0

La Nuova Zelanda è ad un passo dall’offrire la PrEP a prezzi abbordabili per tutte le persone ad alto rischio di contrarre l’Hiv.

Poche ore fa Pharmac, l’agenzia governativa nazionale che decide quali farmaci sovvenzionare pubblicamente, ha annunciato di voler finanziare la PrEP in qualità di profilassi pre-esposizione venendo incontro alle richieste portate avanti da mesi dalla New Zealand AIDS Foundation (NZAF) e firmate da oltre 2400 cittadini.

Soddisfazione nelle parole del direttore esecutivo dell’associazione Jason Myers: “Sarebbe un passo gigante verso gli ambiziosi obiettivi che ci siamo prefissati: azzerare nuove trasmissioni di Hiv entro il 2025”. La Nuova Zelanda ha registrato nel 2016 il più alto tasso di diagnosi Hiv dai tempi della crisi mondiale (anni ’80).

Una volta finanziata con soldi pubblici, la PrEP sarebbe disponibile in farmacia – previa prescrizione di un dottore – per tutti colori ad alto rischio di infezione: uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini, transessuali, persone il cui partner ha l’Hiv, persone che hanno appena ricevuto la diagnosi di un’altra malattia sessualmente trasmissibile e coloro che utilizzano di rado il preservativo. Il prezzo? Tra i più bassi al mondo: tra i tre e i cinque euro per 90 pillole, valide dunque per tre mesi.

Se il finanziamento pubblico verrà approvato, si comincerà da marzo 2018.

Leggi   Hiv, a Bologna aumentano i contagi tra gay e bisessuali
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...