PRESTO NOZZE GAY IN CANADA

di

Il Governo ha accettato la sentenza del tribunale di Ottawa che sanciva il diritto delle coppie omosessuali a sposarsi, e ha presentato un disegno di legge in materia.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
647 0

TORONTO – Dopo la sentenza del tribunale di Ottawa dello scorso mese che sanciva per le coppie omosessuali il diritto a sposarsi, il governo canadese ha proposto giovedì scorso una nuova legge che dovrebbe garantire i diritti delle matrimonio gay in tutto il paese. Invece di ricorrere in appello contro la sentenza di Ottawa, il governo ha rivisto la definizione legale di matrimonio e ha presentato alla Corte Suprema, per un parere, una proposta di legge, chiamata “Atto riguardante aspetti specifici della capacità legale per il matrimonio”, in cui si afferma che «il matrimonio civile è l’unione legale di due persone con l’esclusione delle altre». Se la giustizia dichiarerà costituzionale il provvedimento, esso arriverà in Parlamento per il voto.

Secondo la CBC, il governo sta chiedendo alla Corte Suprema di considerare tre argomenti specifici: l’autorità legale del Parlamento a definire il matrimonio, la compatibilità della legge proposta con la Carta dei Diritti e delle Libertà, e la protezione costituzionale dei leader religiosi che si rifiutino di santificare i matrimoni omosessuali.

Se la legge passasse, e l’appoggio già dichiarato in anticipo da parte di alcuni parlamentari fa pensare che passerà, il Canada diventerebbe il terzo paese al mondo a legalizzare i matrimoni tra persone dello stesso sesso. Molte coppie, comunque, si comportano come se la legge federale fosse già cosa fatta; dopo la sentenza del tribunale di Ottawa e una simile nella Columbia Britannica, infatti, coppie gay e lesbiche hanno cominciato a richiedere e ottenere licenze matrimoniali nelle due province. Qui sono state concesse licenze anche a coppie americane, dal momento che non ci sono requisiti legati alla residenza. A martedì scorso, il municipio di Toronto aveva concesso già 56 licenze a coppie americane.

Mercoledì scorso, il reverendo Troy Perry, fondatore della Metropolitan Community Church, si è unito in matrimonio, in una cerimonia celebrata a Toronto, con il suo partner, Phillip Ray De Blieck, con il quale vive da 18 anni. «Ringrazio Dio per il Canada, per i giudici progressisti che hanno fatto questo – ha detto Perry durante una conferenza stampa – Ci battete, noi americani, su tutta la linea».

Alcuni esperti legali attendono che la validità negli Stati Uniti delle licenze canadesi sia messa alla prova nei tribunali americani.

di Gay.com UK

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...