Prete dell’Iowa curava giovani gay con sesso orale

di

Almeno 6 vittime, alcune delle quali sarebbero state molestate per ben cento volte. E' quello che emerge dall'inchiesta su un prete 31enne che ha confessato aggiungendo che, durante...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1991 0

Tentava di convincere i suoi giovani parrocchiani con pulsioni omosessuali che il modo giusto per liberarsene era un’intensa seduta di sesso orale. Con lui, naturalmente, padre Brent Girouex, pastore evangelico 31enne dell’Iowa che ha ormi confessato alla polizia tutte le molestie a cui ha sottoposto gli adolescenti che si rivolgevano a lui per avere consigli e conforto.
Le accuse che gli sono state rivolte riguardano specificatamente un ragazzo, vittima ripetutamente di abusi sessuali fin dall’età di 15 anni. A fare emergere la questione sono state le denunce che quattro ragazzi hanno presentato alla direzione della Chiesa perché fosse a conoscenza delle molestie che avevano subito da parte del pastore.

Per convincere i ragazzi ad avere rapporti orali, il prete si affidava a teorie strampalate e nei verbali dell’inchiesta risultano dichiarazioni del tipo: "Quando eiaculano, scompaiono anche i cattivi pensieri dalla loro mente". Il giovane pastore ha anche spiegato di aver pregato per tutte la durata delle prestazioni sessuali cui sottoponeva le sue vittime.
Naturalmente, nessuno guariva dalle pulsioni omosessuali e quindi la terapia veniva ripetuta e ripetuta innumerevoli volte: il ragazzo sul cui caso si basa l’inchiesta ha dichiarato di avere partecipato ad un centinaio di incontri sessuali con Giroeux. Le cure del prete, però non erano rivolte esclusivamente agli adolescenti. Pare infatti che tra i suoi "Pazienti" ci fosse anche un 23enne che viveva una crisi con la fidanzata ed aveva cercato aiuto dal pastore.
In totale le vittime delle molestie del prete sarebbero 6 e per ognuna di esse Brent Girouex rischia fino a 5 anni di prigione.

Leggi   Scozia, il Governo si appresta a 'perdonare' le persone in passato condannate perché omosessuali
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...