Pride annullato a Belgrado: “Troppo pericoloso”

di

Le associazioni lgbt serbe hanno deciso di rinunciare alla parata dell'orgoglio gay prevista per luglio prossimo: troppe minacce da parte degli hooligans, troppo alto il rischio di violenze...

1018 0

Era stata annunciata per il prossimo luglio e doveva passare alla storia come la prima parata dell’orgoglio gay della Serbia (anche se un tentativo, finito male, c’era stato già nel 2001), ma gli organizzatori hanno dovuto desistere: troppo pericoloso per l’incolumità dei partecipanti, per il raggiungimento dei diritti, per conquistare una visibilità "positiva" agli occhi della popolazione di Belgrado e di tutta la Serbia. A comuinicare l’amara decisione con una nota stampa è stata Glic, "Gay and lesbian info center", promotrice dell’evento. "I sondaggi nell’opinione pubblica mostrano che la maggioranza dei cittadini sono contrari ad ospitare la gay parade a Belgrado – spiegano gli attivisti – e che la maggioranza si aspetta che vi saranno violenze se si terrà la manifestazione".

A far fare marcia indietro alla comunità lgbt di Belgrado sarebbero stati i messaggi di odio diffusi sul web dagli hooligans che avevano garantito guerra a tutti i costi contro la parata. "Ciò aumenta solo il rischio di violenze contro i partecipanti alla parata, forse persino portando un’altra volta alla demolizione di Belgrado – si legge nel comunicato di Glic -, che l’opinione pubblica imputerebbe agli organizzatori e all’intera popolazione gay e lesbica della Serbia". Rimandare, forse di un anno, è sembrata quindi l’unica soluzione possibile per evitare di annientare in poche ore "tutti gli sforzi che tutte la associazioni omosessuali hanno messo in campo per migliorare le condizioni della popolazione lesbica, gay, bisessuale e transgender".

Leggi   Genova, lo picchiarono perché ritenuto gay: arrivano gli sconti di pena
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...