Pride veronese tra rischi di violenza

di

Domani partirà la manifestazione dell'orgolio gay nella città veneta, mentre Forza Nuova dichiara: «Omosessuali in Arena? Sì, con i leoni»

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Domani si svolgerà la manifestazione del Gay Pride di Verona. Una manifestazione che si preannuncia tesa, vista la contemporanea presenza in città di un gruppo di neo-nazisti di Forza Nuova che reallizzeranno una contro-manifestazione. E i due opposti schieramenti si fronteggiano già dalle dichiarazioni della vigilia: mentre i promotori della manifestazione gay preannunciano delle parate «pacifiche, belle e colorate», da Forza Nuova accoglie l’iniziativa con manifesti recanti la scritta: «Omosessuali in Arena? Sì, con i leoni».

Accanto ai neo-fascisti di Forza Nuova si schiera ovviamente il fronte cattolico integralista, che in una piazza cittadina celebrerà una "messa riparatoria" in latino con rito romano antico. Anche la sindaco di Forza Italia di Verona, Michela Sironi Mariotti accoglie con imbarazzo la manifestazione gay: «Accogliamo qualsiasi forma di diversità, purchè non si trasformi in un circo del cattivo gusto».

Sull’altro lato, i promotori del Pride veronese che ha come titolo "La cittadinanza va scritta", individuano gli obiettivi della manifestazione: dare continuità al World pride 2000, pressione sullo Stato Italiano affinchè recepisca le Risoluzioni del Parlamento Europeo, abrogazione delle mozioni del Comune di Verona contro la Risoluzione del P.E. sulle pari opportunità, ribadire la libertà di tutte le donne, e attenzione alle persone transessuali e transgender.

Nel corso della giornata ci sarà una conferenza dibattito (alle 9 presso la facoltà di lingue, Via S.Francesco, 22) su "il non visto, il non detto, dalla clandestinità alla piena cittadinanza". Nel pomeriggio, alle 14, il concentramento per la parata è presso la Stazione Ferroviaria di Porta Vescovo, con partenza del corteo alle 15. Alle 19.30 è previsto l’arrivo in piazza Bra, dove politici, rappresentanti delle organizzazioni promotrici e personalità presenteranno i loro interventi. Infine chiuderà la giornata una festa finale presso "Interzona", in via Santa Teresa.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...