PRIDE…ATTENTI…VIA!

di

Parte a Padova il Gay Pride 2002. Aspettando la grande sfilata dell'8 giugno, con D'Alema e Cofferati. Apre Luciana Littizzetto, tra feste, eventi e il centrodestra che non...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


PADOVA – Il gay pride, che sabato 8 giugno richiamerà a Padova, per il corteo conclusivo, oltre 10 mila omosessuali e lesbiche, inizierà domani con uno spettacolo di Luciana Littizzetto, alle 17, in piazza delle Erbe. La città è divisa. Il comune di Padova, retto da una giunta di centrodestra, non ha dato il patrocinio e non ha concesso la sala Anziani di Palazzo Moroni per i convegni in programma. Mentre An ha raccolto firme per "regolamentare le manifestazioni omosessuali" Forza Nuova ha riempito i muri della città di manifesti che equiparano gli omosessuali ai ”pedo-pornografici”. Di qui una denuncia alla magistratura presentata da Arcigay, che si e’ assunta l’onere organizzativo. Sempre Forza Nuova ha annunciato per sabato una contromanifestazione, nonostante ch’egli organizzatori del Padovapride abbiano modificato l’itinerario, escludendo i luoghi di culto, in particolare la basilica di Sant’Antonio ed il Duomo. Negli ambienti di centrodestra, infatti, e’ stata colta come una provocazione la coincidenza tra la manifestazioni e le celebrazioni per la festa di Sant’Antonio, il 13 giugno, che registrano una lunga preparazione, con pellegrinaggi da tutto il mondo. Il coordinatore di Fi, Gianlorenzo Martini, ha scritto che il Comune ha fatto bene a non dare il proprio patrocinio perché in passato "il Gay Pride ha assunto forme volutamente provocatorie e insultanti contro la Chiesa e contro i cittadini cattolici; perché non pretendere altrettanta tolleranza e rispetto?". Il vescovo diocesano mons. Antonio Mattiazzo, tuttavia, non si e’ direttamente pronunciato. L’ha fatto il coordinamento della pastorale della città, insieme ai frati del santo, rilevando a suo tempo l’inopportunità della coincidenza, ma anche affermando che nei confronti degli omosessuali non ci devono essere discriminazioni.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...