Prime nozze gay a Oaxaca dopo la sentenza della Corte Suprema

di

Lo stato messicano ha visto celebrarsi le nozze proprio delle due donne il cui caso ha spinto la Corte Suprema a dichiarare incostituzionale il divieto di sposarsi per...

2259 0

Dopo la sentenza della Corte Suprema messicana che a dicembre ha definito incostituzionale la definizione di matrimonio riportata dal diritto civile dello Stato, si sono celebrate le prime nozze gay a Oaxaca, stato meridionale del Messico.

Il codice civile dello stato di Oaxaca, infatti, riportava che per matrimonio dovesse intendersi l’unione tra un uomo e una donna con lo scopo di “perpetuare la specie”, una definizione che secondo il giudici del più alto tribunale del Messico, viola la Costituzione dello stato federale.

La questione era arrivata fino alla Corte Suprema grazie al ricorso proprio delle due donne che adesso si sono sposate. Il matrimonio si è celebrato lo scorso 22 marzo, ma la notizia è stata resa nota solo oggi dal’associazione gay Fronte Oaxaca . Ora le organizzazioni per i diritti degli omosessuali auspicano che la sentenza della Corte possa aprire la strada per la legalizzazione in tutto il Paese. Finora, solo il distretto di Città del Messico aveva autorizzato le nozze gay nello stato federale, mentre in America Latina gay e lesbiche possono sposarsi in Argentina. L’Uruguay sta discutendo un provvedimento che lo permetta. In Brasile, infine, alcuni matrimoni sono stati celebrati grazie a specifiche pronunce di tribunali.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...