PROIBITO DISCRIMINARE

di

A Firenze, Arcigay Toscana, Ireos, Mit e Agedo, presentano un progetto di legge che vieta la discriminazione per orientamento sessuale. Il Consiglio regionale lo discuterà: vasto l'appoggio politico

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Divieto di discriminazione per orientamento sessuale, negazione degli aiuti regionali alle aziende che di fatto discriminino, diritto di assistere il partner e di prendere decisioni per lui in caso di incapacità naturale (come ad esempio in caso di come) e persino divieto di effettuare trattamenti che tendano a mutare l’orientamento sessuale su soggetti minori dei sedici anni di età o su soggetti tra 16 e 18 anni senza avere il loro consenso. Queste sono solo alcune delle importantissime rivendicazioni contenute nel progetto di legge regionale presentato da Arcigay Toscana in collaborazione con l’associazione Ireos di Firenze, l’AGEDO Toscana – associazione di genitori, parenti ed amici di omosessuali – e il MIT Toscana – movimento identità transessuali, e di cui si discuterà martedì 2 aprile a Firenze con l’iniziativa "Un’idea di libertà", al Palagio di Parte Guelfa, Salone Brunelleschiano, ore 21.

Ci saranno i massimi esponenti dell’amministrazione regionale, come Riccardo Nencini, Presidente del Consiglio Regionale della Toscana, che presiederà l’incontro, e Claudio Martini, Presidente della Regione Toscana, che lo concluderà. Ad introdurre il progetto di legge sarà il filosofo ed europarlamentare Gianni Vattimo. Ma ci saranno anche i rappresentanti delle organizzazioni gay, da Sergio Lo Giudice, presidente nazionale Arcigay e Alessio De Giorgi, Coordinatore regionale di Arcigay Toscana, a Riccardo Pieralli, presidente dell’associazione Ireos di Firenze, oltre a Corrada Giammarinaro, l’avvocata pisana di Arcigay che ha steso il progetto il legge. Infine, esponenti politici come Mara Baronti, presidente della Commissione Regionale per le Pari Opportunità Donna-Uomo, Ugo Caffaz, consigliere comunale di Firenze, Paolo Cocchi, capogruppo dei Democratici di Sinistra in Consiglio Regionale, Erasmo D’Angelis, consigliere del gruppo La Margherita – I Democratici. E dopo l’incontro, i consiglieri che si sono impegnati a sostenere la proposta, incontreranno i promotori per discutere dei tempi e dei modi con cui questa sarà presentata in Consiglio Regionale.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...